Header_03.jpg

Neuigkeiten aus den interkulturellen Bibliotheken
Nouveautés des bibliothèques interculturelles
Novità dalle biblioteche interculturali
Novitads da las bibliotecas interculturalas
News from the intercultural libraries


 BUCH horizontal

 

Newsletter en français | Newsletter auf deutsch | Newsletter in rumantsch grischun | Newsletter in English

 

Gentili Signore e Signori,

 

l’anno passato è stato segnato da molti avvenimenti che ci hanno scosso e resi pensierosi. E i conflitti nel Medio Oriente e in diversi paesi africani continuano a costringere centinaia di migliaia a fuggire.
Con le loro offerte di media in lingue straniere e il loro impegno per gli uomini provenienti da aree con altre lingue e culture, le biblioteche membro di Interbiblio sono state richieste particolarmente. Esse hanno sentito molta gioia e gratitudine per aver apprezzato le lingue d’origine dei migranti tramite media e progetti.

 

Abbiamo vissuto anche altri momenti positivi l’anno passato:
Negli ultimi dieci anni, la prima piccolissima e quasi inavvertibile biblioteca A TOUS LIVRES di Monthey è diventata un punto di riferimento importante nel Vallese e offre oggi libri e altri media in numerose lingue. A fine anno ha fondato insieme a L’Ardoise di Sion l’associazione InterVal, una federazione delle biblioteche interculturali del Vallese con lo scopo tra l’altro di offrire a tutti gli abitanti del cantone dei libri nelle loro lingue. Auguriamo un buon esordio e un grande successo ad InterVal. (www.atouslivres.ch)

 

La prima biblioteca interculturale nella Svizzera tedesca, la JUKIBU di Basilea, ha festeggiato allegramente il suo 25esimo anniversario e ha documentato in un opuscolo i momenti culminanti dalla nascita al giorno d’oggi. (www.jukibu.ch)

 

Due nuovi membri sono giunti ad Interbiblio: la biblioteca comunale Neuhausen e la biblioteca Agnesenhütte di Sciaffusa con i loro reparti interculturali. Sia le biblioteche pubbliche, sia quelle interculturali potranno approfittare di una buona collaborazione che tornerà utile a tutti i membri di Interbiblio. (www.bibliotheken-schaffhausen.ch)

 

La mostra itinerante Schriften der Welt – Ecritures du monde – Scritture del mondo è stata presentata per la 27esima ed ultima volta a Bienne, prima nella biblioteca comunale, poi nel ginnasio al lago.
Il successo può essere verificato nel libro degli ospiti, dove i numerosi visitatori hanno deposto le loro impressioni, tutte positive:

 

- „Dass Schriftzeichen so schön sind, habe ich erst jetzt bewusst entdeckt. Danke vielmals!“
- „Cette idée de boîtes à ouvrir pour découvrir la langue au milieu de quelques objets est géniale. Un grand merci pour cette belle expo.“
- „Coole Schriften!“
- „J’aime la musique quand on ouvre la porte :-)“
- „Die Schülerinnen und Schüler sind völlig fasziniert und entdecken die verschiedenen Schriften. Besonders stolz sind sie auf ihre Namen, die ihnen in griechischer Schrift auf das Buchzeichen geschrieben wurden.“
- „Très belle exposition – variée tout pour l’oral que l’écrit.“
- „Quelle découverte ! Merci“
- „Köszi nagyon ! Nagyon jól.“
- „Muchisimas gracias, ha sido muy interesante“
- „Mostra – esposizione interessante e variata. I bambini possono interagire e scoprire in modo ludico le varie lingue del mondo. Brave, complimenti!“
- „Ogni lingua è un modo di raccontare, sognare, disegnare il mondo“
- „Большое спасибо за интересную выставку“

 

In quest’occasione ringraziamo ancora la Fondazione Landis & Gyr che ha permesso questo grande progetto durevole nell’ anno 2010 tramite il premio Zurlauben per la cultura della lingua e del libro.

 

In occasione di vari eventi come il congresso BIS a Lucerna, il convegno annuale SIKJM o il convegno e-inclusion del BAKOM, Interbiblio ha potuto presentarsi con le offerte varie delle biblioteche interculturali, incontrando sempre un grande interesse.

 

Dalla primavera Interbiblio si impegna, in collaborazione con biblioteche interculturali membro, nei centri d’accoglienza per richiedenti l’asilo. A seconda delle esigenze dei centri si raccontano delle storie con il Kamishibai, si canta, si gioca e si fa bricolage con i bambini, si organizzano workshops con adolescenti e adulti, oppure si allestiscono delle biblioteche di consultazione contenenti dei media in diverse lingue e materiali per l’ apprendimento della lingua parlata. Le offerte sono sostenute dalla Segreteria di Stato della migrazione. Ormai dei collaboratori delle biblioteche interculturali visitano regolarmente il centro Juch a Zurigo-Altstetten, il centro d’accoglienza per richiedenti l’asilo a Losone (TI) e il centro d’accoglienza e di procedura a Basilea. Da febbraio in poi il progetto parte nel centro Perreux a Boudry (NE) in collaborazione con Bibliomonde e le animatrici esperte dell’associazione di Neuchâtel PIP (Prévention de l’Illestrisme au Préscolaire).
Le offerte sono apprezzate allo stesso modo da bambini, adulti, adolescenti non accompagnati e adulti single. Offrono uno svago gradito, la possibilità di impegnarsi attivamente, per esempio nell’ allestimento della biblioteca di consultazione, nonché letture nella lingua d’ origine e primi materiali per l’ apprendimento del tedesco, francese e italiano, che sono molto richiesti.
È importante ovunque possibile anche il contatto con le biblioteche interculturali sul luogo. Il piacere è sempre grande quando i visitatori scoprono le offerte di media nella loro lingua d’ origine.

 

Nelle biblioteche, un’ offerta importante per profughi e richiedenti l’ asilo è l’ uso di Internet, dato il valore inestimabile del contatto con i parenti nei paesi d’ origine. È un compito nuovo per alcune biblioteche interculturali che non dispongono ancora di questa infrastruttura. Il ProjekteNetzwerk Thun con la biblioteca interculturale biblios ha reagito in modo esemplare accogliendo nel centro d’accoglienza temporaneo di Thun i giovani uomini in cerca d’asilo in un cybercafé allestito nei loro spazi. (http://www.projektenetzwerkthun.ch)

 

Ovviamente tutte le biblioteche interculturali offrono anche nell’ anno nuovo incontri e manifestazioni interessanti, animazioni e media in molte lingue. Le colorate lettere disegnate da bambini nella JUKIBU a Basilea che vedete in testa a questo editoriale ne sono una testimonianza!

 

Vi invitiamo a visitare i siti delle biblioteche membro e www.interbiblio.ch. Forse vi verrà la voglia di partecipare ad una manifestazione in una biblioteca vicina. Tutti sono cordialmente invitati.

 

Per l’anno nuovo auguriamo a voi e a noi tutti più pace, più apertura per nuove situazioni, felicità e contentezza!
“Gli uomini costruiscono troppi muri e mai abbastanza ponti.” Ecco quanto ha detto Isaac Newton (1642-1726), ormai 300 anni fa. Non potrebbe essere più attuale. Prendiamo questa citazione come motto per l’anno che sta davanti a noi.

 

Cordiali saluti

Helene Schär, presidentessa

Basilea, gennaio 2017

Bibliothèques membres